Monday, August 22, 2016

Momento di pausa

Noi umani siamo un po schiavi del tempo.
Quando la giornata e piena di sole,
di calore e di colori ci sentiamo cosi
bene che potresti sollevare una montagna
senza fatica.
Se invece la giornata e scura, s'ombra,
freddolina ci mette un mal d'umore senza
fine e non riesci a trovare la giusta maniera
di rimetterti in quel spirito d'allegria.
Beh questa e stata la mia giornata,
nel mattino avrei fatto il giro del mondo
senza sentire nessun dolori, ma nel
pomeriggio tutto il contrario, ogni passi
mi pesava e ogni battito di ciglia un
martello si faceva sentire in testa....



Saturday, August 13, 2016

La mano

Dai, non farti pregare, prendi la mia mano
e stringila forte nella tua.
Ricordane il calore che si unisce al tuo,
forse non sarà ardente come una volta,
ma sicuramente ti susciterà mille ricordi
d’un tempo trascorso insieme,
quando un sorriso, una finta tosse,
accendeva quel fuoco magico.
Non lasciare che il giudizio
di persone gelose del nostro amore
amareggi la tua anima.
Da un solo tuo sguardo io so
che sei la mia casa, il mio rifugio,
sei tu che mi dai vita ogni giorno.
Non sono un poeta e neppure un barbone,
non sono un principe né un ribelle,
non mi considero bello, ma neanche brutto,
perché so che mi hai accettato così come sono.
Ti potrei parlare dei momenti difficili,
ma anche di momenti tanto belli
da far scoppiare i nostri cuori.
Un grido di bambino nella notte,
il soffitto bucato nel giorno più caldo dell'anno.
Il gatto che ci portò regali inaspettati…
ma eravamo giovani e felici.
Mi ero dimenticato di portarti un mazzo di rose
ma strada facendo ho trovato un prato fiorito
e ho fatto un bouquet di fiori di campo.
Tu l’hai preso tra le mani come fossero
i fiori più belli e costosi donati a una regina.
Si, tu sai che eri la mia regina
e lo sarai sempre finché terrai
la mia mano tra le tue e mi condurrai con te
nel giusto cammino della vita....

NB: Grazie Davide del tuo aiuto.

Friday, August 12, 2016

Un giro nel spazio....


Un giro nel spazio me le permetterei.
Ma perché non sono tanta giovane,
capacita mentale o fisiche di seguire
l'allenamente necessario per fare un tale
viaggio, mi contento di creare con un po
di fantasia tutta mia un mondo nel spazio
come piace a me.
Scuro e il spazio universale,
una luna quasi tutta nera a i miei occhi
ma circondata da tante piccole pianete
ed alcune stelline .....
et voilà dice il francofono
sono arrivata anche io nel spazio!!!

Paura, paura e ancora paura

Una paura nera e non e un venerdi 13
(superstizione nord americano),
no riusciva ad entrare in questo blog anche
perche era da un po che non scriveva,
e questo mi manca tanto.
Sarei molto contrariata a perdere questo
blog.  Spero che dura tutto il tempo necessario
che io posso stampare il tutto.



Friday, August 5, 2016

Modernita o stupidita....

Mi sto perdendo nel mondo che  ci circonda.
Quanto mai io, che adoro  scrivere, partire a
l'avventura per scattare qualcosa di fuori contesto,
no riesco neppure ad uscire di casa!
No credo che siano i miei dolori artriti, dolori
di testa o dolori di pensieri per le mie giovane
e incosciente nipote (2 di 17 e 19 anni) che
ancora non vedano cosa gli può succedere nel
nostro mondo MODERNO pieno di trappole e
d'inganni.  Solo un altro genitore o nonno(a) può
capire le mie paure, le mie angosce, le mie
maledizione che grido ogni giorno a la vita che
una volta era molto più semplice anche se esistevano
anche allora i lupi e foreste nere ....
Come si fa a spiegare a giovani di oggi che la
vita non e un regalo ma bensì qualcosa da
conservare e proteggere al massimo.
Una volta che e successo qualcosa non si può
rimediare e se esiste un rimedio non sarà mai
come quando e originale.  Sarò che non mi sono
aggiornata a la vita moderna, o sarà che ho visto
tante cose nel passato che dovrei proteggere una
generazione senza scrupoli e senza nessun rispetto,
ma come nei vecchi scritti, ogni generazione deve
passare le sue e anche si io faccio tanto o faccio nulla
no potrà cambiare il destino di generazione a me più
care che mi seguano.
Dove abbiamo perso il controllo, come abbiamo fatto
a perdere le nostre generazione - oggi sono tutti scienziati,
sono tutti, professionali, sono tutti, dottori di studio che
a volte non riescano a vivere e ritornano  dai genitori
per aiuto.  Cosa dire di questi nuovi gagetti dove si
fa un raduno di umani a cercare di pupazzi con telefonini
senza rendersi conto che mettano la lor vite e quelli
degli alti in pericolo.  Disprezzano l'aiuto di genitori,
delle forze pubbliche, disprezzano se stessi a non volere
sentire ragione anche se comprendano che sono nel

torto....
Giocano con il telefonino e guardano se traversano
strade o che viene (io nella mia auto, o mezzi d'ugenza
che non hanno tempo di portare attenzione a questi
giovani e meno giovani chiusi nel lor mondo dei
cacciatore di Pokemon).

PS: foto non e mia, se autore si riconosce lo dica e gli daro
tutto il suo giusto merito.                                              

Wednesday, July 6, 2016

Dal medico...

Sono giorni e giorni che mi sentiva come
un'animale in gabbia, girando e rigirando
senza sapere il perché di questo mio stato
d'animo.  No credo che sia il caldo di fuori
o alcuni giorni temporaleschi avuti sia
di giorno che di notte.  No sarà perché i
fiori hanno finito di fiorire nei giardini di case
e si aspetta nuove fioriture.  Ma sono io che
sto diventando più lenta con meno energia,
e pure cerco sempre di mantenermi in forma
camminando finché no c'è la faccio più.
Cibi senza sapori o sale per paura che
metto kili di più e dopo santo cielo come
faccio a perderli?
E cosi con tutti questi pensieri ecco che la
mia pressione sale e scende come un arcobaleno.
No posso farmi un cane per compagnia perché
io non vado d'accordo con questi e lo sappiamo
molto bene. Sara perché ho subito un morso da
bambina e questo mi e rimasto nel cervello o perché
i cani sono imprevedibili e i gatti no li sopporto.
Gli uccellini in gabbia non mi piacciano perché gli
darei la loro libertà dopo 5 minuti nella mia compagnia.
Ma tutto ciò non sono le cause della mia mancanza
d'energia, cosa sarà, dal medico non ci voglio andare
se li vai a vedere non sai mai quale sindromi
ti trovano e con occhi mortali ti dicano "Dai signora
lei non ha niente, ma se vuoi ti mando ad una
clinica dove ci vuole 8 a 10 mesi di attesa per
un esame e dopo prendi un altro appuntamento
con il mio ufficio e vedremo cosa sia....".
Intanto io non so se sto bene o sto male !

Wednesday, June 29, 2016

Rifletti prima di parlare.


No fidarti delle apparenze,
queste sono a volte molto sconvolgente.
No prendere mai la prima parola pronunciata
da una persone che non merita il tuo rispetto,
se prima non conosci i dettagli di queste parole.
In un momento di rabbia se ne dice di parole,
e le buttane via al vento - ma queste non
ritornano più, ma il vento si e chi sa cosa ti
riporterà indietro.
Pensiamo prima di parlare, la parole e d'argento
ma il silenzio e d'oro.

Giovani e senza pensieri

Niente più ragione,
ancora meno dolce poesie
sfumata con il tempo.
Occhi azzurri tutti miei
mi spingevano ad amarti.
Sentiva la tua voce cosi lontana
ma no riuscivo a tacerla,
salti d'umori sia miei che tuoi ci
accompagnavano ovunque noi
eravamo ma dopo pochi secondi
questi erano ereditati dalle
nostre idee e ci amavamo ancora
sempre di più.
Nostro pezzo di mare cristallino
non ha mai visto alcune mie lacrime
solo ascoltando la tua voce tutto
il buio scompariva.  Come n'uccello
pronto a volare tu diventavi il vento
sotto le mie ali.
Noi due seduti su scogli guardando
le stelle e ci vedevamo li tra
li ultimi istanti di tramonto,
il profumo salato del mare
si spargevo sui nostri corpi,
la luna sempre pronto a farci un
bell'occhiolino solo per noi,
il cielo seminato da mili diamanti
si rispecchiavo nei nostri occhi
anche se non c'importava, tanto
il tutto era sempre coronato da un bacio
a far invidiare profeti e scrittori.
L'estate passa, il tempo cambia,
e anche noi siamo cambiati,
ricordandoci che eravamo giovani
e senza pensieri....

Thursday, June 23, 2016

Non scordarti di me....

Come la vecchia canzone di un tempo
"Non scordarti di me..."


Di ritorno nei prossimi giorni spero con
tanto di nuove materiale da condividere
con voi tutti.

Tuesday, June 14, 2016

R.I.P.

Un squillo dal mio telefonino
improvvisamente a messo tutto un
mondo in stato d'allerta.
Qualcuno che cercava maniere
per raggiungere un parente di un
parente. La mia prima reazione fu
"ma questo e un scherzo..."
cosa centro io, tutto abbiamo una
conoscenza dei telefonini, internet,
social media ed altro.  Ma perché
sono arrivati fino a me!
Una tragedia a tanti chilometri di
distanza con ripercussione per
una buon parte del mondo.  Tutti
ragazzi di giovane eta caduti come
mosche per la sola ragione di essersi
trovato in un locale dove pensavano
di essere al sicuro dei pregiudizi,
delle cattiverie umane, dei disdegni
da quelle persone che si credano
possedere un diritto di ripugno contro
un altro essere umano, che in realtà
non e una loro scelta ma bensì sono
nati cosi e cosi sono morti.
Non posso immaginare il dolore dei
lori cari lasciati bruscamente.  Come
si fa a comprendere che un momento
ai un figlio o una figlia e in un lungo
istante di terrore se ne vanno via senza
potergli dire "Ti ho messo il al mondo,
eri quello che eri e come genitore ho
accettato te per quello che eri, non
so se sarò in grado di perdonare,
di non ribellarmi contro di me e contro
una società che ancora non si riconcilia
con il fatto che avevano il stesso sangue
dei genitori, i stessi valori che tutti gli altri,
ma la natura decide lei e cosi dovrò dare
aiuto a questi parenti di parenti a ritrovare
il loro figlio deceduto una mattina di giugno
per la sola ragione che era un gay, come
se questo stato fosse un crimine per le
lori famiglie, amici, compagni di lavoro,
la loro nazione, ma anche questi hanno
una bandiera dove fierezza e coraggio
e di tanti colori ancora una volta sporcato di
sangue .....