Friday, April 29, 2016

Un po di pazienza...

Un collage di corsa prima di perdere la mia pazienza.

Di questi giorni sono un po impegnata a concludere
una trattativa con un gruppo che vogliano creare una
comitiva educativa nel stato di California.
Da tempo con il mio permesso hanno preso materiale
pubblicato in questo blog e usato come inizio per
l'insegnamento di una lingua secondaria.
Mi sono opposto per un bel po di tempo dicendo
che c'era sicuramente di più elegante, più istruttivo,
più della mia conoscenza della lingua Italiana,
ma questi dicano:
"Vogliamo qualcosa che tutti possono comprendere,
possono fare correlazione tra storie e foto, niente di
molto pesante o di sofisticato, ma bensì di pensieri
a la portata di tutti."...
E cosi sto organizzando il lavoro richiesto da questo
gruppo d'Italiani in California (tutti di più di 60 anni)
e vedremo dove andiamo a finire.
NB: un GRAN RICONOSCI MENTE PER NOSTRO
CARO AMICO  "DAVIDE"  gli e fatto anche da questo
gruppo, per la sua pazienza, sua dedicazione prima di
tutto a sua lingua e dopo per volerla fare apprezzare
anche a l'estero.

Grazie a tutti voi che ci seguano.


                   

Wednesday, April 20, 2016

Idea lunatica...



Quante volte vorremmo tornare bambini,
senza obblighi ne pensieri.
C'èra sempre qualcuno disposto a darci una
mano se cadevamo o qualcun altro che
guardandoci negli occhi ci diceva con un sorriso,
"Dai, e molto bello il tuo disegno..."
anche se era una piccola bugia.
Nel rivederci bambini non notiamo più le
trasformazioni mentali o fisiche avvenute e
accumulate durante il passare degli anni.
Avevamo visi dalla pelle morbida,
capelli da sogno, occhi rubati al cielo o alla velluta notte.
Camminavamo dritti come pali senza aiuto di un bastone e
correre su e giù per salite e discese, scorrazzando per le
strade per ore ed ore.
Oggi i sostegni, dobbiamo quasi portarceli
appresso, o Dio, a volte servendoci anche di quelli che
usano i neonati....

La prossima puntata tra alcuni giorni.

nb: Con affetto Grazie Davide del tuo aiuto. 

Sunday, April 10, 2016

Segnali di primavera


Ho sognato di voler provare  l'ebbrezza
del volo nel cielo dipinto di blu.
Le mie ali, ancora tenere, non sopportano
pero il mio peso, ma io non voglio più stare
nel nido ad aspettare che la mamma venga
a portarmi del cibo.  Io voglio fare da solo
quello che vedo fare dagli altri.
Il mio nido è l'obiettivo del gattino di un
vicino che s'aggira quatto nei dintorni pensando a me
come suo pranzetto.
Ah,  ma come posso fare se le mie piume non
crescano più di tanto!
"Cip cip cip" grido, sperando che il gattino si
spaventi e cosi se ne ne vada.
C'è poi anche il cane del quartiere che punta
il mio nido.
"Ouf ouf ouf" borbotta nel guardarmi, e certo si
chiede cosa sia quella specie di pala che si muove
agitando le ali senza piume. Forse mi crede un
nuovo giocattolo per lui?  Ma il gattino ha perso
la sua concentrazione e rincorre una farfallina che
svolazza da un fiore all'altro mentre lui cerca di
fermarla con la zampa.
Il cane si è infine stancato di guardarmi, forse perché
il mio papa è arrivato minaccioso mirando ai suoi
occhioni, e se ne torna pertanto nella sua cuccia
con la coda tra le gambe. Io resto qui ad aspettare
che qualcuno porti il mio pranzo e a questo punto
aspetto anche la cena, tanto per finire questa
commedia dell'aspettare, cosi almeno me ne
posso andare per i fatti miei....

Sunday, April 3, 2016

Mio mondo

Nel mio mondo non esiste
ordine.  Si corre, ci si ferma,
si grida o ci si chiude nel silenzio.
Il mio mondo e un mondo di scatenati,
ma nessuno vuole sentirne parlare.
Come si fa a vivere?
Nel mio mondo c'è chi mangia senza
smettere e chi muore di fame.
C'è chi vive in lussuosi castelli,
con tanto di quel denaro da non credere
e c'è un povero disgraziato
che deve cercare nei rifiuti
quel che danno gli animali
mentre gli animali, a volte,
sono trattati meglio degli uomini.
Per gli animali si spendono soldi a non finire,
si portano a spasso per fare esercizi,
si cercano i cibi migliori,
si portano dal veterinario
in carrozzella o con gli stivaletti,
perché bisogna avere riguardo per
le zampe di questi animali.
No voglio criticare tutte le attenzione
per queste creature, ma critico
la mancanza di attenzione per le persone,
per i vecchi soli, per bambini poveri
abbandonati o negli ospedali,
per malati in fin di vita...
Persone CHE NESSUNO vuole
più vedere  delle quali nessuno vuole più
occuparsi se non a pagamento...
lauto pagamento!
Dov'è andata a finire la Pietà umana?

NB: Grazie Davide per il tuo aiuto.

Sunday, March 27, 2016

Buona Pasqua

Non ho potuto preparare niente di speciale
per augurare a tutti le persone a me care
in questo periodo di Santa Pasqua.
Ma no poteva non entrare e no lasciare
un piccolo pensiero per amici che mi
sostengano tutti i giorni, sia nella vita reale
che con le lor visite a questo mio blog.
A volte credo che c'è un perché per la
mia tenacità nel volere continuare con la
fotografia, montaggi con ps, o provare a
mettere parole che possono influenzare
sia me stessa ma anche le persone che
vengano a trovarmi qui.
Amici tutto questo e il metodo di comunicare
nel mondo SENZA FRONTIERE, ma con
rispetto e passione per quello che crediamo.
Un saluto a tutti e a risentirci dopo la
Pasquetta.

Friday, March 18, 2016

Cerco senza trovare...

Cerco senza trovare
trovo senza cercare.
Strano siamo noi uomini sempre
a la ricerca di sa cosa.
E i nostri amici animali cosa
cercano? mi chiedo se egli trovano
quello che vano in cerca...
Se la natura e l'uomo ognuno
farebbe la sua vita senza schiacciare
l'altro sarebbe una bella cosa.
Mah fin ora ancora non ho trovato
quello che cerco senza schiacciare
a nessuno sul mio camino.....

Thursday, March 10, 2016

Un libro

Un libro e il specchio di quello che TU sei,
leggi quello che ti piace, guardi con attenzione
cosa c'è dentro che può cattivare il tuo pensiero,
a volte ci passi tanto di tempo che non ti accorgi
che le ore sono volate tra ognuna di quelle pagine
che ti sono passate tra le mane.
Il libro si conserva e si ritorna a riprenderlo quando
cerchi qualcosa che ti sembrava di aver letto e visto.
I libri di valore non si buttano si passa a la prossima
generazione.
PS: un e-libro, io non lo trovo molto interessante
ho bisogno di sentire le pagine tra le mie dite.

Wednesday, March 9, 2016

Solo perche

Solo perche oggi sono felice di essere in vita!!!
Non si deve solo piangere,
ma se sei felice perche non farlo sapere a tutti.
Serve di sapere che qualcuno, qualche parte
ci pensa e c'e lo fa sapere con un semplice
"Hello tutto bene"

Tuesday, March 8, 2016

Giornata della donna


Un saluto a tute le donne del mondo anche se
un po in ritardi.
Personalmente io non credo in questa giornata,
sarà perché vorrei tanto che tutte le donne del mondo
sia riconosciuto come essere umani da tutti.
Ma purtroppo non e cosi, alcune delle donne
nascano con il cucchiaio d'oro ed altre con il
cucchiao di legno.  Ma io darei questo cucchiaio d'oro
a quelle poverine che si prendano botte tutti gli
giorni. Sono mal trattate, schiave, uccise, sfigurate
per la solo ragione che sono nate donne.
Cosi IO no celebro questa giornata, il pensiero
di quelle nostre sorelle brutalizzate e troppo vivo nel
mio pensiero.  Ho smessa di sperare per una equalita
umana-, ma di sicuro non lo vedrò durante la mia vita
e cosi oggi piango ..... 

Tuesday, February 23, 2016

Tra illusione e realtà


. Darti un ultimo abbraccio, stringendoti
forte e ritrovarsi muti, impassibili
come l'universo o l'eternità.
Accarezzare il tuo viso e riempirlo di
baci come nel tempo passato.
Guardarti negli occhi senza rimpianti e contemplarti
tutto il giorno come se aspettassi l'alba che spunta
e che dona felicità alla povera anima mia tormentata
da brividi come fossero lividi lasciati dal gelo
di nostre amare parole scambiate tra noi tanti anni fa.
Che beffa questo tempo lento o velocissimo!
Quando sei infelice un attimo dura un'eternità,
anche se non credo di ricordare il perché della
mia infelicità.  Dove sei, perché non ho potuto avere
il tuo viso da accarezzare nei giorni passati
e neppure in quelli che verranno domani?
Ma un amore è solo un brivido che finisce
troppo in fretta come il mio sogno
che s'infiltra in me ogni notte e
che non riesco a scacciare,ho paura di trattenerlo...!
Nel mio cervello passano grida,
il suono di tanti strumenti musicali in un
crescendo altissimo di rumori è la cacofonia
della vita, che mi rende ancora più infelice.
Come faccio a far smettere questo frastuono?
A nessuno posso chiedere una mano per farlo tacere,
altrimenti mi riportano tra i malati senza ritorno dove tutti
vengono addormentati o stretti in catene che non si
rompono e che non si aprono mai. Ho paura, qui non mi piace,
tutti ci guardiamo con rabbia o senza volanda di reagire.
Come faccio a farti capire che un solo tuo abbraccio può
sollevare tutte queste catene immaginarie?
Il mio povero cervello non parla più con il mio corpo
perché tenuto sotto controllo da bestie che non mi
vogliono comprendere. Se un solo mio sguardo
sembrasse felice al mondo, già sarei catalogata
e chiusa in questo posto per altri anni ed anni ancora.
Ti sei messo anche tu tra questi che non vogliono più che io
sia felice. Sara perché hai trovato altrove quello che non
posso più darti io o almeno quello che il mondo dice che
io non posso darti più. Ma sono io o siete voi che non mi
capite? E se per un'ora potessimo scambiarci il corpo e voi
entrasse nel mio, forse potreste capire quello che io provo
in questo momento. La mia mano trema, i miei occhi
diventano lucidi e ciechi, la lingua non vuole più parlare
e le labbra si chiudono al mondo, mentre mio corpo
riceve ancora una volta la serpe velenosa ordinata dal
medico comunale....
E tu perché non vuoi più guardarmi e più non vuoi
restare accanto a me?


PS: non so se queste mie parole descrivano bene quanto
mi e stato raccontato dei manicomi di una volta nelle
nostre città, ma ho provato a mettermi nella mente di una
donna messa in un manicomio dal marito solo perché
aveva delle convulsione e in quei tempi non si capiva
se fosse una malattia fisica o mentale.  Mi augura che
quella povera donna non abbia lasciata la sua vita in uno
di questi posti.


Grazie a Davide per il suo aiuto..